Ordinari

Istituto Ortopedico Rizzoli


NOME ISTITUTO

Istituto Ortopedico Rizzoli

INDIRIZZO

sede legale, Centro di ricerca, Amministrazione: via di Barbiano 1/10, 40136 Bologna ospedale: via G.C.Pupilli 1, 40136 Bologna sede Dipartimento Rizzoli-Sicilia: Strada Statale 113, km 246 – 90011 Bagheria (PA)

ANNO DI FONDAZIONE

1896

AMBITO

Ortopedia e Traumatologia

TELEFONO

051 6366111

EMAIL

info_urp@ior.it

WEB

www.ior.it

SOCIAL
DIRETTORE SCIENTIFICO

Prof.ssa Maria Paola Landini


L’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna è riconosciuto come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) dal 1981. L’alto livello assistenziale è frutto dell’intenso lavoro di ricerca scientifica e del trasferimento dei risultati della ricerca nella pratica clinica. Il Rizzoli è un ospedale moderno, dotato di sale operatorie d’avanguardia e di camere di degenza confortevoli per complessivi 293 posti letto. Effettua circa 20.000 ricoveri all’anno di cui oltre il 50% relativi a pazienti provenienti da fuori regione.

L’Istituto Ortopedico Rizzoli rappresenta il principale centro di riferimento nazionale per il trattamento chemioterapico e chirurgico dei sarcomi. L’Istituto partecipa a protocolli internazionali e nazionali per sarcomi dello scheletro e delle parti molli. Sulla base dei dati dei protocolli nazionali per il trattamento di osteosarcoma e sarcoma di Ewing si calcola che il 50% circa dei pazienti italiani con osteosarcoma e sarcoma di Ewing venga diagnosticato e trattato dal Rizzoli.

Al Rizzoli la ricerca è programmata secondo un piano pluriennale che si sviluppa seguendo sei principali linee di ricerca, tra cui quella relativa all’Oncologia Muscolo-Scheletrica.

La ricerca oncologica è volta alla definizione di parametri diagnostici e terapeutici da trasferire nella pratica clinica, al fine di stratificare le categorie di pazienti “a rischio”. Vengono analizzati i meccanismi di farmaco-resistenza e si eseguono valutazioni precliniche di nuovi farmaci antitumorali o nuove strategie terapeutiche, tra cui anche la ricerca di target specifici da utilizzare nella terapia. Vengono inoltre definite linee guida per nuovi protocolli terapeutici nei sarcomi.

Si eseguono studi sulle metastasi ossee in relazione ai meccanismi di riassorbimento del tessuto osseo e l’analisi di tecniche mini-invasive (termoablazione con ago / CT-guidata) come terapie adiuvanti o cure palliative.

La linea di ricerca si avvale di un database digitalizzato  di oltre 45.000 casi di lesioni tumorali o pseudo-tumorali dell’apparato muscolo-scheletrico, della Banca dei Tessuti con più di 8.000 campioni di tessuto tumorale e di tre registri nazionali (Tumori Maligni Primitivi dell’osso, dell’ Osteosarcoma e della Sindrome Li-Fraumeni).

Infine, in collaborazione con le linee di ricerca Computer Aided Medicine e Medicina Rigenerativa Muscolo-Scheletrica, effettua studi sulla pianificazione computerizzata degli interventi chirurgici con innesti ossei omoplastici e autotrapianti di perone vascolarizzato in Oncologia Ortopedica, sulla successiva valutazione funzionale dei pazienti oncologici e gli studi sull’utilizzo di cellule staminali mesenchimali associate a gel piastrinico per migliorare l’integrazione degli alloinnesti ossei massivi nella chirurgia ricostruttiva dello scheletro nel paziente oncologico.

Ulteriori informazioni su www.ior.it