Ordinari

FONDAZIONE MONDINO – ISTITUTO NEUROLOGICO NAZIONALE IRCCS


NOME ISTITUTO

FONDAZIONE MONDINO – ISTITUTO NEUROLOGICO NAZIONALE IRCCS

INDIRIZZO

Via Mondino, 2 - 27100 Pavia

ANNO DI FONDAZIONE

1917

AMBITO

Neuroscienze - Neuroncologia

DIRETTORE SCIENTIFICO

Dott. Fabio Blandini


La Fondazione Istituto Neurologico Nazionale Casimiro Mondino di Pavia è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) di diritto privato dal 1973, la cui disciplina di riconoscimento è “Malattie del Sistema Nervoso Centrale (SNC) e del Sistema Nervoso Periferico (SNP)”. La Fondazione è punto di riferimento nazionale e internazionale per la ricerca, la diagnosi e cura dello stroke e delle malattie cerebrovascolari, delle patologie neurodegenerative (Parkinson, Alzheimer e malattie del motoneurone), della sclerosi multipla, delle cefalee e dell’epilessia dell’adulto e dell’infanzia/adolescenza. Ulteriori ambiti di elezione sono la neuropsichiatria infantile, le patologie neuromuscolari, i tumori cerebrali, la neuroftalmologia, la medicina del sonno, le disfagie neurogene, le malattie rare di interesse neurologico dell’adulto e del bambino.

Da circa 20 anni l’Istituto ha avviato un piano strutturato di assistenza e di ricerca anche in campo neuroncologico: www.mondino.it/neuroncologia

L’attività si avvale di una equipe dedicata, ma coinvolge il Mondino in modo trasversale fruendo di un expertise multidecennale in campo radiologico, neurofisiologico e neuroimmunologico.

L’attività viene svolta prevalentemente da 4 neurologi che afferiscono alla Struttura Semplice di Neuroncologia (NO), coordinata dal dr. Enrico Marchioni, la cui dotazione comprende: 12 posti letto, 4 ambulatori specialistici e una struttura dedicata alle cure in regime di MAC e di DH. I ricoveri avvengono prevalentemente in urgenza durante i percorsi diagnostici e terapeutici dei tumori primitivi/secondari del sistema nervoso, delle complicanze neurologiche infiammatorie, infettive e iatrogene in corso di trattamenti anti-neoplastici per tumori sistemici solidi o ematologici. Circa il 30% dei pazienti seguiti presso la SS di NO ha provenienza extraregionale.

Il Mondino si avvale della collaborazione con Istituti di eccellenza e con la rete territoriale: il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO), la Fondazione Policlinico San Matteo, gli Istituti Clinici Maugeri e l’ASST. Sul territorio il Mondino coordina un PDTA promosso dal Dipartimento Interaziendale Provinciale Oncologico. I temi di maggiore interesse hanno una forte valenza multidisciplinare e riguardano, oltre ai tumori cerebrali primitivi, la neurotossicità e le complicanze correlate alla immunodeficienza.

Le attività di ricerca hanno un orientamento prevalentemente clinico-traslazionale.

I progetti di maggiore rilevanza riguardano:

– i nuovi schemi di trattamento chemio-radioterapico dei tumori cerebrali primitivi
– la neurotossicità della radioterapia per il trattamento dei tumori primitivi e delle neoplasie del basicranio
– le complicanze a carico del SNC e del SNP nei trapianti di midollo osseo
– la diagnosi biomolecolare dei tumori primitivi.

La ricerca biologica verte principalmente sulla caratterizzazione molecolare dei gliomi diffusi, da applicare a scopo diagnostico, prognostico e terapeutico. Sono in fase di implementazione, presso il Centro di Genomica e post-Genomica della Fondazione, tecniche di Next Generation Sequencing per la caratterizzazione molecolare dei tumori cerebrali, da usare a scopo di assistenza e di ricerca traslazionale. È inoltre in corso uno studio prospettico multicentrico, di cui la Fondazione è il promotore, per la messa a punto di tecniche di “biopsia liquida” a partire da materiale circolante nel plasma, per la diagnosi e il follow-up di pazienti affetti da glioma diffuso.