Ordinari

Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) IRCCS


NOME ISTITUTO

Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) IRCCS

INDIRIZZO

Via Piero Maroncelli n. 40, 47014 Meldola (FC)

ANNO DI FONDAZIONE

2007

AMBITO

Onco-ematologico

TELEFONO

0543 739100

EMAIL

info@irst.emr.it

WEB

www.irst.emr.it

SOCIAL
DIRETTORE SCIENTIFICO

Prof. Giovanni Martinelli


Profilo dell’Istituto

Frutto dell’alleanza tra soggetti pubblici e privato sociale – Regione Emilia-Romagna, Azienda USL della Romagna, Università di Bologna e Comune di Meldola fanno parte della componente pubblica, fondazioni bancarie del territorio e Istituto Oncologico Romagnolo (IOR) Onlus di quella privata – l’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) è operativo dal 2007 all’interno delle strutture dell’ex Ospedale Civile di Meldola (Forlì-Cesena).

La missione di IRST consiste nel promuovere e realizzare attività di cura, studio e ricerca, in particolare ricerca traslazionale ovvero quel tipo di ricerca che produce risultati rapidamente trasferibili dal laboratorio all’attività clinica per un diretto beneficio dei malati.

Soggetto del Servizio Sanitario della Regione Emilia-Romagna, riconosciuto quale Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) nel 2012 nell’area di ricerca “terapie avanzate nell’ambito dell’oncologia medica”, IRST è nodo centrale della Rete Oncologica della Romagna. Nel 2015, a seguito dell’approvazione da parte della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria, IRST e Azienda USL della Romagna hanno avviato un Programma interaziendale per la creazione del Comprehensive Cancer Care and Research Network (CCCN) – un modello di rete oncologica capace di coordinare i percorsi di diagnosi, cura e ricerca. Organizzato secondo innovativi approcci che pongono il paziente al centro (percorsi assistenziali e gruppi di patologia) IRST gestisce attività clinico-scientifiche in quattro sedi: Meldola (sede operativa e legale), Forlì (Day Hospital), Cesena (Servizio di Oncoematologia, da gennaio 2011) e Ravenna (Servizio di Radioterapia, da gennaio 2014). La sede di Meldola, oltre ad assicurare prestazioni ambulatoriali e di Day Hospital, dispone di una Degenza ordinaria con 30 posti letto e una Degenza radiometabolica (6 posti letto), oltre ad attività di maggior impegno tecnologico quali Radiologia, Radioterapia, Farmacia Oncologica, Medicina Nucleare Diagnostica, Laboratorio di Bioscienze, Centro Risorse Biologiche.

L’Istituto insiste su un territorio di oltre 1 milione e centomila abitanti ed è una realtà dotata di tutte le facilities necessarie per raggiungere gli obiettivi posti, le competenze per la gestione degli studi, per l’accesso ai più alti livelli del finanziamento, ai bandi nazionali e internazionali, per dialogare alla pari con i più qualificati centri ed enti. Tra le strumentazioni che sono a disposizione per attività di cura, diagnosi e ricerca si segnalano: Risonanza Magnetica 3 Tesla, Tomoterapia, Tomografo PET/TC di ultima generazione (cui si abbina la produzione in loco – presso Radiofarmacia IRST – di traccianti innovativi), sistemi per il sequenziamento genomico, Cell Factory accreditata AIFA per produzione di vaccini con cellule dendritiche, un impianto per la crioconservazione di materiale biologico a fini di ricerca (Centro Risorse Biologiche), strumentazione per brachiterapia più avanzata in commercio (presso la sede di Ravenna), due robot per l’allestimento di farmaci antiblastici, strumentazioni per la diagnosi di tumori alla cute.

Quattro le linee di ricerca che indirizzano le attività d’Istituto:

  • Appropriatezza, esiti, value del farmaco e modelli organizzativi funzionali alla continuità dei percorsi diagnostico-terapeutici in oncologia.
  • Terapie innovative, Trials di fase I-IIII e di strategia terapeutica basati su modelli preclinici, meccanismi onco-immunologici, nano vettori.
  • Medicina di precisione, genere, etnia e “geroscience”: meccanismi genetico molecolari nello sviluppo, caratterizzazione e terapia dei tumori.
  • Genetica e ambiente nello sviluppo e progressione dei tumori e meccanismi inibitori. exposomica, prevenzione primaria e secondaria.

 

I principali campi di applicazione delle attività di ricerca IRST sono:

  • Terapie con cellule CAR-T: una nuova era per l’immunoterapia del cancro;
  • Medicina nucleare nel contesto della medicina personalizzata;
  • Cancro al seno: nuovo approccio di screening personalizzato;
  • Ricerca in economia sanitaria e risultati;
  • Omiche cliniche: diagnostica molecolare nella medicina personalizzata;
  • Zebrafish: il futuro del modello animale nella ricerca biomedica;
  • Analisi multi-omica a cella singola: ricerca e sviluppo;
  • Studi clinici di fase terapeutica e di scoperta terapeutica.

 

IRST è membro attivo di eccellenti infrastrutture di ricerca europee:

  • Infrastruttura europea di ricerca traslazionale avanzata EATRIS;
  • Rete europea di infrastrutture di ricerca clinica ECRIN;
  • Infrastruttura di ricerca sulle biobanche e sulle risorse biomolecolari BBMRI;
  • Rete EURACAN: rete europea di centri di riferimento per il cancro raro per il trattamento di tumori solidi rari in pazienti adulti

 

Cuore delle attività di ricerca è il Laboratorio di Bioscienze. Cuore delle attività di ricerca e di diagnostica molecolare avanzata dell’Istituto Tumori della Romagna (IRST) IRCCS, il Laboratorio di Bioscienze è una struttura polifunzionale che nel più recente assetto organizzativo, si articola in due macro-strutture – l’Area di Diagnostica avanzata e predittiva e l’Area di Ricerca – organizzati in 7 settori. Il Laboratorio dispone complessivamente di 45 addetti (in gran parte biologi ma anche bio-informatici e fisici). Grazie all’innovativo Contratto della Ricerca, si tratta di personale non precario ma inquadrato professionalmente a tempo indeterminato o determinato.