Polmone

Così la Rete oncologica nazionale combatte il “big killer”

  • Segretario

    Vanesa Gregorc

    IRCCS OSPEDALE SAN RAFFAELE MILANO

  • Coordinatore Clinico

    Laura Bonanno

    IOV PADOVA

  • Coordinatore Pre Clinico

    Stefano Indraccolo

    IOV PADOVA

Nonostante i progressi complessivi la sopravvivenza a 5 anni dei pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule resta del 16%. Gli avanzamenti tecnologici ne hanno migliorato la conoscenza della biologia consentendo di identificare alterazioni molecolari driver responsabili della crescita della neoplasia stessa.

Al momento, il tumore polmonare non a piccole cellule è considerato un complesso di malattie rare, classificate sulla base delle alterazioni molecolari presenti, alcune delle quali bersaglio di farmaci biologici specifici altamente efficaci.

Tramite NGS, innovativa metodica di biologia molecolare, si possono analizzare le sequenze di più geni contemporaneamente. Proposito dello studio è pertanto la validazione dell’oncochip ACC in nuovi casi di pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule in stadio localmente avanzato o metastatico. L’obiettivo è migliorare la performance della diagnostica molecolare negli IRCCS in modo da offrire ai pazienti migliori opportunità terapeutiche.


Il Team

  • Pre Clinici
  • Clinici