WG Radiomica

Working Group

La personalizzazione della medicina consente di guidare in modo più efficiente il percorso diagnostico e terapeutico integrando le diverse dimensioni omiche del singolo Paziente e consentendo di definire l’approccio terapeutico più corretto. La raccolta del dato omico rappresenta perciò un punto cruciale, e le piattaforme di gestione del dato medico costituiscono una irrinunciabile necessità di sviluppo tecnologico, sebbene gravate da importanti costi d’implementazione, gestione, aggiornamento e manutenzione. Di qui l’importanza del WG coordinato da Luca Boldrini della Fondazione IRCCS Policlinico Gemelli di Roma.

In questo contesto la Radiomica, intesa come l’interpretazione quantitativa di biommagini attraverso appositi software, costituisce una significativa occasione di raccolta dati per comprendere al meglio le caratteristiche biologiche di malattia e la storia clinica del Paziente. Essa può essere applicata ad ogni tipo di imaging biomedico attualmente utilizzato nella pratica clinica (ad esempio tomografie assiali computerizzate, esami PET, risonanze magnetiche, ecografie o radiologia tradizionale) e rappresenta un innovativo campo di ricerca in crescente sviluppo.

Si identificano principalmente due tipologie applicative nella pratica clinica: la caratterizzazione tissutale e la predizione di outcome. Nella prima accezione la radiomica rappresenta una sorta di biopsia virtuale, consentendo di “arricchire” il tradizionale processo diagnostico radiologico di numerose informazioni che l’occhio ed il cervello umano non possono percepire o gestire e ottenendo caratterizzazioni dei tessuti in esame normalmente impossibili con gli approcci radiologici tradizionali (ad esempio l’espressione di un determinato gene o il grading cellulare). La seconda applicazione è invece rappresentata dall’integrazione di queste informazioni quantitative nel processo decisionale clinico per la predizione di specifici outcome, come l’efficacia del trattamento proposto, lo sviluppo di metastasi o la sopravvivenza del Paziente.

Marco Aiello – SDN NAPOLI | Vincenzo Cerciello, Antonella Petrillo – INT PASCALE | Raffaella Massafra, Daniele La Forgia – ONCOLOGICO BARI | Enrico Marchioni, Lisa Maria Farina, Stefano Bastianello – MONDINO PAVIA | Antonello Vidiri – IRE ROMA | Massimo Bellomi, Barbara Jereczek-Fossa, Linda Bianchini, Daniela Origgi, Francesca Botta, Marta Cremonesi, Sara Raimondi, Cristina Garibaldi, Sara Gandini – IEO MILANO | Marta Scorsetti, Giacomo Reggiori, Pierina Navarria, Mauro Loi, Ciro Franzese, Davide Franceschin, Luca Cozzi, Martina Sollini, Margarita Kirienko – HUMANITAS | Valeria Cuccarini – BESTA MILANO | Lorenzo Preda, Andrea Riccardo Filippi, Chandra Bortolotto, Andrea Lancia – S.MATTEO PAVIA | Jacopo Lenkowicz, Nicola Dinapoli, Brunella Barbaro, Cesare Colosimo, Vincenzo Valentini, Riccardo Manfredi, Rosalinda Calandrelli, Paolo Belli, Giacomo Avesani, Alessandra Farchione, Silvia Chiesa, Simona Gaudino, Antonio Leone, Alessandro Giordano, Anna Rita Larici, Lucio Calandriello, Maria Antonietta Gambacorta, Mariangela Massaccesi, Lorenzo Placidi, Davide Cusumano – IRCCS GEMELLI ROMA | Anna Simeone, Francesco Giuliani – CSS S.G. ROTONDO | Michele Avanzo, Antonino De Paoli – CRO AVIANO | Daniele Regge – IRCCS CANDIOLO | Roberto Sghedoni, Andrea Botti, Mauro Iori – AUSL REGGIO EMILIA | Carlo Tacchetti, Antonio Esposito – HSR MILANO | Alessandra Alessi, Barbara Avuzzi, Mauro Carrara, Maria Carmen De Santis, Nicola Iacovelli, Rossana Ingargiola, Antonella Messina, Ester Orlandi, Brigida Pappalardi, Federica Piccolo, Tiziana Rancati – INT PASCALE | Tommaso Tartaglione, Giandomenico Russo – IDI ROMA | Vincenzo Fusco – CROB VULTURE | Giovanni Battista Ivaldi – FOND. MAUGERI | Stefania Gori – NEGRAR | Antonio Uccelli, Alberto Tagliafico – SAN MARTINO | Marta Paiusco – IOV PADOVA | Claudio Granata, Alberto Garaventa, Andrea Rossi, Gian Michele Magnano – GASLINI GENOVA | Giovanna Colafati, Ioan Voicu, Pier Luigi Di Paolo, Antonio Secinaro, Paolo Tomà – OPBG ROMA | Enrico Menghi, Anna Sarnelli – IRST MELDOLA